Il Convitto Universitario

1convitto

Le “Maestre Pie Venerini” svolgono la loro attività in Ancona, Via Matteotti, 21 ed esplicano diversi servizi per quanti lo desiderano. Oltre alla scuola, a stile famiglia, (Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo grado) con attenzione ed apertura alle varie esigenze e richieste dell’ambiente circostante, si rende disponibile anche a quanti abitano un po’ più lontano. Proprio per chi viene da fuori offrono un altro tipo di ospitalità altrettanto preziosa ed importante, quella di accogliere, come convittrici, studentesse universitarie che provengono da luoghi diversi, distanti da Ancona, per ragioni di studio e di impegni universitari. L’ambiente è familiare, tranquillo e sereno. Un luogo abbastanza ideale per studiare senza altre distrazioni.
2convittoE’ situato al centro della città, tra Piazza del Papa e Piazza Roma, in Via Giacomo Matteotti, 21, da dive si può avere la possibilità di far uso di una vasta gamma di mezzi pubblici per raggiungere qualunque destinazione universitaria.
Le Maestre Pie Venerini mettono a disposizione di quante vorranno scegliere questa possibilità, vitto e alloggio, con camere singole o doppie, a cui sono annessi servizi igienici ad uso personale.
Per informazioni ancora più dettagliate e delucidazioni più sottili, precise, appropriate, personali e sicure telefonare (071.201367), chiedendo della responsabile del Convitto che ascolterà con attenzione e chiarirà ogni dubbio o incertezza, dando tutte le informazioni utili e necessarie.

“Chi accoglie voi accoglie me”
(Matteo, 10)

REGOLAMENTO

  1. E’ un “Vademecum” indispensabile per un soggiorno sereno, un convivere armonioso e bello, un rapporto all’insegna della cordialità, del rispetto, dell’attenzione reciproca, del vivere insieme in amicizia.
  2. Il motto che contraddistingue la nostra missione di “Maestre Pie Venerini” è quello di “Educare per liberare”e noi, in punta di piedi, siamo accanto a voi e viviamo con voi. Siamo una piccola e grande famiglia in cui sono indispensabili regole da rispettare e seguire perché tutto possa essere vissuto nel migliore dei modi e in piena armonia.
  3. L’impegno da assumere è annuo e dovrà essere sottoscritto dall’interessata e dai genitori. Esso va dall’inizio dell’anno accademico a fine giugno, in luglio si pagano solo i giorni in cui una viene ospitata, agosto è il mese del perfetto riposo sia per il personale che per le suore: il convitto è chiuso e totalmente vuoto. Serve anche per riorganizzare il nuovo anno, riordinare l’ambiente in modo da poter riaprire le porte dignitosamente alla ripresa dell’anno.
  4. Durante il giorno ognuna può uscire quando e come vuole, sarebbe bene, se si avvertisse la portinaia e si salutasse al rientro per sapere, soprattutto la sera, chi è dentro o chi deve ancora rientrare.
  5. E’ bene presentarsi a refettorio sempre con un abbigliamento rispettoso, mai in pigiama. Il nostro ambiente è frequentato in ogni ora del giorno da persone esterne che accompagnano i propri figli a scuola o li riprendono…
  6. DOPO CENA:
    1. Orario massimo per chi rientra dopo cena: ore 23.00.
    2. Il sabato, eccezionalmente, si può rientrare alle ore 24.00.
  7. L’Istituzione non condivide il pernottamento fuori convitto, se non con la presenza dei genitori o perché si rientra in famiglia. Si permette eccezionalmente in seguito a preavviso telefonico da parte dei genitori che autorizzano l’uscita assumendosi ogni responsabilità.
  8. E’ severamente vietato fumare sia nelle camere che negli spazi comuni.

Educare per Liberare

Il Progetto Educativo ha un'unica grande finalità, quella di avere il grande obiettivo di un'attenzione massima alla persona con un'azione formativa ad ampie vedute